Ebbene sì, ho iniziato un nuovo Progetto di smaltimento prodotti.

Cos’è?

Molto semplice: il P10P è un simpatico giochino per l’acquisto consapevole… o meglio, per sbarazzarsi di prodotti e sensi di colpa in eccesso prima di passare alla prossima follia.

Secondo me un’iniziativa molto carina – e difficile da portare a termine per chi ama il make-up – che lascia anche il tempo di riflettere sulle proprie abitudini di acquisto.

Quanti prodotti che compriamo lasciamo lì ad andare a male perché nel frattempo è uscita un’edizione limitata di qualche altro tipo, o qualcuno ci ha parlato di altri cosmetici che proprio non possiamo lasciarci sfuggire?

Il P10P è uno dei modi per prendersi una pausa dallo shopping compulsivo, e di farlo in una maniera che definirei quasi “ecologica”, perché anti-spreco.

Le regole sono poche e semplici:

1. bisogna finire almeno dieci prodotti di cosmesi e/o makeup (quindi valgono creme, tonici, e compagnia cantante, ma anche mascara, eyeliner, fondi, correttori & co.) prima di fare il successivo acquisto makeupposo (sempre di tutti i tipi sopraelencati);

2. all’inizio dell’avventura bisogna pubblicare una foto dei prodotti che saranno parte del P10P, e poi andare avanti, facendo fuori prodotto dopo prodotto fino al traguardo;

3. non valgono cose immaginarie tipo draghi verdi o cose così (AH, NO! quello era un’altra cosa!);

4. non barare!

L’idea, dunque, è quella di darsi una regolata, e di farlo in maniera controllata.

Io ad esempio lo sto facendo sotto la supervisione/aiuto e con la compagnia di alcune altre ragazze (dolcissime e simpaticissime, incontrate in un gruppo su Facebook, se siete interessate a sapere quale lasciate un commento al post).

I prodotti che voglio far fuori sono questi:

Come si può notare non si tratta affatto di soli prodotti ecobio o cruelty-free, ed è proprio per questo che ho deciso di sbarazzarmene una volta per tutte.

 

Chiaramente sbarazzarsene non vuol dire buttarli (sacrilegio! eresia!), quanto più smaltirli – appunto – in un percorso verso la sanità makeupposa 😉

 

(per sapere come la penso su Inci e test sugli animali, clicca qui.)