TAG: I prodotti che cerco di finire si riproducono la notte!

Una settimanella fa Gioacchina del blog Spendo poco – Recensioni Low Cost si è inventata un tag secondo me veramente carino (e soprattutto il cui titolo è azzeccatissimo) e mi ha nominata… con queste premesse non posso esimermi dal rispondere 😉

Riporto dal blog la descrizione, e poi parto con i prodotti:
“Il TAG consiste in una constazione, non so se a voi capita ma: ogni volta che mi impegno per finire un prodotto, questo non finisce, anzi sembra durare ancora di più. Secondo me si riproducono la notte!”

notare che quella disperata sulla destra sono io.
notare che quella disperata sulla destra sono io.

Chi ha mai fatto un Project 10 Pan – Progetto di Smaltimento Prodotti sa quanto può essere frustrantemente vero tutto questo… che stai lì a fare il tifo perché il prodotto finisca, e invece sembra una tela di Penelope al contrario: sta stro*za non fa altro che ricrearsi al calar del sole.


A seguire i miei 10 prodotti che la notte si moltiplicano e che non vogliono proprio finire (anche detti “prodotti occhio al gatto di legno che vi guarda storto e se non vi sbrigate a finire apparirà nei vostri peggiori incubi”). Un paio sono prodotti NOOOOO of all times ever and ever, altri solo cose che faccio veramente fatica a smaltire, magari per colpa dell’Inci o perché avevano confezioni con quantitativi ridicolmente grandi o perché io avevo deciso di prenderne a secchiate per non si sa bene quale motivo.

Eccoli:

1. Elf Studio Flawless Finish Foundation SPF 15 Oil Free (30 ml, PAO 12 mesi, prezzo 8€) nella colorazione Porcelain: presente la dicitura oil free? Ecco, tutte cazzate. Un effetto mascherone lucido dopo un’ora di applicazione che non ve lo sto neanche a raccontare per tutelare le orecchie dei più piccoli dalle bestemmie. L’Inci è la fiera del silicone, con paraffina liquida al quarto posto, una roba insensata, giuro. Sto tentando di finirlo come correttore (il che, lo so, grida alla morte per stillicidio), ma su tutto il viso proprio non riesco a metterlo. Né, con quell’inci, posso metterlo su tutto il viso. Questo, chiaramente, è un prodotto NOOOO. Anzi, NOOOOOOOOOOOOO!

elf flawless foundation

2. Bourjois Healthy Mix Correcting Concealer (10 ml, PAO 12 mesi, prezzo 7,49£) nella colorazione 51 light radiance: premetto che quando l’ho comprato non sapevo che la Bourjois fosse proprietà di Chanel e quindi tra i cattivi. A parte questo, il colore che ho preso è decisamente troppo chiaro anche per me che sono cadaverica, e una volta steso sulle occhiaie fa quel fastidioso effetto “te le schiarisco facendole passare da blu/violacee a grigio topo”. Grazie mille, allora, eh! (S’è capito che anche questo è un prodotto NOOOOO?)

bourjois concealer

3. H&M Concealer (5 ml, PAO 6 mesi, prezzo 4,95€) nella colorazione 12 White Sand: trovo questo correttore veramente carino, la consistenza mi piace, la durata anche e la colorazione è perfetta per il mio incarnato. Solo che il tentativo di non usare molte cose siliconiche sta rallentando parecchio la velocità alla quale termino questi prodotti.

h&m concealer

4. Elf Studio Pressed Powder (9 g, PAO ?, prezzo 4,50) nella colorazione Porcelain: anche questo prodotto mi piace abbastanza, ma oramai è aperto da veramente tanto tempo e non sono mai riuscita a finirlo. Non sono riuscita a trovare il PAO da nessuna parte, ma anche se non credo sia di breve durata immagino sia ora di finirlo. La cipria è leggera e opacizza abbastanza, comunque.

elf pressed powder

5. Rimmel Sun Shimmer Maxi Bronzer (17 g, PAO 24 mesi, prezzo circa 13€) nella colorazione 002 Sun Love: questo bronzer risale all’epoca in cui ancora non facevo distinzione tra cruelty free e non cruelty free, e stiamo parlando di un’epoca passata da tempo molto maggiore rispetto al PAO di questo prodotto (leggi qui per sapere cosa penso rispetto ai test sugli animali). Naturalmente, sebbene si sia sbriciolata già da un bel po’, è ancora com’era allora, ma suppongo rimarrebbe così anche per 15 anni. Sto tentando in tutti i modi di finirlo da allora, ma sebbene mi ci sia messa di impegno è assolutamente impossibile. Se vi serve un bronzer lasciate perdere questo: ce ne sono di molto simili, a prezzo minore e di marche che non testano su animali.

rimmel maxi bronzer

6. Kiko Eye Base Primer (10 ml, PAO 6 mesi, prezzo 6,90€): un buon primer, leggermente uniformante per la palpebra, su di me funziona molto bene e ha un prezzo ragionevole. L’ho a lungo preferito al Primer Potion di Urban Decay. Ora è veramente tanto che è aperto e vivo nel terrore che vada a male, visto che ho sentito che a qualcuna è successo. Bisogna dire che 10 ml per questo tipo di prodotto sono tanti, a mio avviso, soprattutto perché ne basta una quantità misera. Neanche a dirlo: siliconico da far schifo, ma che ci volete fare?

kiko primer

7. Bottega Verde BV Flowers Mascara (10 ml, PAO 6 mesi, prezzo 14,99€): vi rimando direttamente alla recensione che ho fatto qui, e aggiungo solo… che strazio a volte che i mascara ci mettono così tanto a finire!

bv flowers mascara

8. Kiko 30 days extension Daily Treatment Mascara (8 ml, PAO 6 mesi, prezzo 7,90€): un mascara con scovolino di precisione in silicone, senza infamia e senza lode. Se devo scegliere un mascara di questo tipo consiglio mille volte di più il Maximum Definition di Essence: costa meno, inarca e allunga di più, a differenza di questo – e di tutti i mascara Kiko – non mi dà bruciore. In questo ho messo le mini-fibre Essence, e per questo lo uso tutte le sere in cui voglio delle ciglia un po’ più drammatiche. E non ACCENNA NEANCHE a finire. Aiutatemi.

kiko mascara

9. Epoké Gel Estratto Proteico di Bava di Lumaca (50 g, PAO ?, prezzo 32,50€): ho adorato, venerato, usato per un sacco di tempo questo gel e l’ho fatto comprare a tutte le amiche per almeno un anno intero. Poi ho iniziato a spignattare e questo barattolino – l’ultimo di una cospicua scorta – è rimasto nel cassetto. Si tratta di un gel fresco e incolore, dalla profumazione di pesca, che idrata la pelle e promette di schiarire le macchie sul viso e di ridurre le cicatrici da acne. Per quest’ultimo effetto mi spiace, ma non c’è altra soluzione che il laser o trattamenti di acido molto più potenti di una crema, ma l’effetto schiarente e rigenerante su di me l’ho visto. In più la pelle risulta effettivamente più tonica quando si usa. Su qualcuno/a può avere un leggero effetto tensore ma se si vuole solo idratazione io aggiungevo una goccina di qualche olio pregiato e risolvevo così.

epoké

10. Acqua di rose fai da me: vi dico solo una cosa… se siete persone che si stufano facilmente e decidete di farvi un tonico alla rosa… NON FATENE DUE LITRI!

acqua di rose

Bene, ed ora i miei tag:
Vanity Nerd – http://vanitynerd.com/
Jesslan – http://jesslan.wordpress.com/
A colourful mess – http://www.acolourfulmess.com/
Swlabr makeup – http://swlabrmakeup.wordpress.com/
Streliziaspace moda & makeup –  http://streliziaspace.wordpress.com/
Grey’s shoes mad for shopping – http://fashionandbeautymilano.wordpress.com/
Mammu likes – http://mammulikes.wordpress.com/
Chic makeup – http://chicmakeup.wordpress.com/
Trucco… senza inganno – http://francimakeup.wordpress.com/
Cherry Bomb makeup – http://cherrybombmakeup.wordpress.com/

25 thoughts on “TAG: I prodotti che cerco di finire si riproducono la notte!

  1. Di queste cose ho provato solo il primer di KIKO e visto che ho provato solo 2 primer in assoluto nella mia vita non posso dire se è buono o no 😀

  2. grazie per la risposta al Tag, sono contenta ti sia piaciuto! non ho provato nessun prodotto di questi, ma il correttore H&M mi ha incuriosito molto. PS come fai l acqua di rose??

    1. prima lascio a mollo i petali in acqua per una notte, filtro e metto l’acqua da parte; poi riprendo i petali e li metto a sobbollire finché non perdono il colore… lascio freddare, mischio il tutto e poi o aggiungo 20% di alcool oppure conservante e solubizzante 😉

  3. ahahah simpaticissimo questo tag!
    Continuo a pensare che in rete io sia stata l’unica ad adorare il fondotinta di elf 😀 e me lo sarei pure ricomprato se non avessi 3-4 fondotinta da finire XD

    1. guarda, ti assicuro che io l’ho comprato perché in rete se ne parlava benissimo, come un dupe perfetto di non so quale costosissimo fondo di Chanel… mai soldi furono spesi in maniera peggiore, per quanto mi riguarda! 😀

  4. mi sono ammazzata dalle risate. a me capita pure coi libri: quelli che voglio finire in fretta perché poi posso passare ad altro di più piacevole moltiplicano le pagine che mancano alla fine!

  5. Che bel tag! Me li sto vedendo tutti, pensando a quei prodotti che giacciono nel fondo del mio cassetto. Che peccato, però! Mi sono appena iscritta! Bel blog, sul serio!

Leave a Reply