pad struccanti miss trucco green ethic

Quando ci si avvicina al mondo della cosmesi e del trucco naturale, spesso non ci si rende subito conto che un altro step altrettanto importante per sé e per l’ambiente che ci circonda è quello di ridurre quanto più possibile l’impatto che le nostre azioni (e i prodotti che usiamo!) hanno sull’ambiente. Quando ci si accorge di questa cosa, si cominciano a notare tanti piccoli sprechi e tante abitudini che diamo per scontate, ma che scontate non sono. Tra queste quella di usare i dischetti di cotone usa e getta per struccarsi: quanti ne usate al giorno? Al mese? All’anno? In questo post, frutto di una collaborazione con Lucrezia del blog Meno è più, cerco di raccontarvi che c’è una via alternativa 😉 se volete conoscere un’altra possibilità andate a vedere qui cosa ha scritto lei 😉

Vi consiglio di visitare il suo blog anche se vi interessa il tema dell’ “ecologia domestica” e di come ridurre la mole di rifiuti (e di conseguenza i consumi!) che ognuno produce in casa e nella vita in generale 😉

Descrizione: set di 3 dischetti struccanti riutilizzabili grandi, diametro 8 cm
Dove si acquista: online sul sito di Miss Trucco o nelle bioprofumerie che tengono il marchio
Prezzo: 13,90€

Prime impressioni

In generale i pad struccanti sono sicuramente un prodotto “mai più senza”. Questi di Miss Trucco secondo me hanno dimensione e consistenza giusti, non sono forse adatti per le pelli più sensibili ma vanno sicuramente più che bene per la mia pelle ex acneica.

In realtà questi non sono i primi accessori per struccare di questo brand di cui vi parlo. Di manopole e pad esfolianti vi avevo già parlato quasi un anno fa, ma da tempo volevo provare anche i loro dischetti struccanti, visto che i miei vecchi di Love the Planet hanno diversi anni e hanno ormai fatto il loro corso.

Così quest’anno ho acquistato questi da Sara, la mente che c’è dietro questo brand, che oltre ad essere adorabile, ha tirato su un’azienda Made in Italy veramente interessante.

I pad struccanti hanno la dimensione dei dischetti di cotone grandi, sono piuttosto sottili e completamente di fibra naturale, possono essere lavati a mano e in lavatrice e arrivano in set da 3 con la loro bustina.

Modo d’uso

Essendo di fibra naturale, a primo impatto, i dischetti non sembrano particolarmente morbidi. Anzi.

Per questo l’azienda specifica che devono essere usati da bagnati: si passano sotto l’acqua e poi possono essere usati così o con l’aggiunta di struccante/acqua micellare. Io consiglio di bagnarli con acqua tiepida o calda, perché questo aiuterà ulteriormente a rimuovere il trucco 😉

Vi consiglio di evitare di usarli da asciutti perché possono essere un po’ troppo aggressivi, soprattutto sulle pelli più sensibili 😉

pad struccanti miss trucco green ethic

Recensione d’uso

Come dicevo si tratta di un “mai più senza”. I pad funzionano bene come qualsiasi dischetto usa e getta, ma vi liberano per sempre dall’acquisto di confezioni e confezioni di cotone e dallo smaltimento dei rifiuti: questi di Miss Trucco si pagano 13,90 euro, una tantum, e si risolve il problema dei dischetti per anni, tra l’altro con un occhio all’ambiente.

Vanno bene anche per il trucco waterproof e il fatto che siano abbastanza rigidi vi costringe ad evitare di strofinare la pelle del contorno occhi: in altre parole vi costringe ad essere delicati con una parte del corpo che nemmeno sapete di maltrattare (per sapere come struccare gli occhi nella maniera corretta vi rimando al mio post in merito).

Lavarli è facile: io lo faccio subito dopo essermi struccata e ci metto un minuto con un po’ di sapone. Ogni tanto gli faccio fare un giro coi bianchi in lavatrice, così da pulirli più a fondo.

A patto di usarli rigorosamente da bagnati e di lavarli subito dopo ogni utilizzo vanno bene anche per le pelli acneiche o ex acneiche (ma non estremamente reattive) per via del leggero effetto esfoliante sul viso.

Sono super-consigliatissimi ed ecologici 🙂

VOTO: 7 1/2

E voi avete mai usato questo tipo di prodotti? Che ne pensate?

pad struccanti miss trucco green ethic