Come ci si strucca? Tutti i trucchetti della doppia detersione

Può sembrare una domanda banale, ma non lo è affatto: come ci si strucca?

C’è un modo per farlo in maniera corretta? Ci sono dei trucchetti per far sì che lo struccaggio sia anche uno step veramente utile per la skincare routine?

Oggi proviamo a rispondere a queste domande. Vedremo quali passaggi nella fase di struccaggio hanno migliorato la mia pelle acneica e perché la doppia detersione è importante soprattutto se si usano prodotti che contengono filtri solari.

Se non sapete cosa sia la doppia detersione questo è il post per voi!

Iniziamo col dire che come ci si strucca è importantissimo per migliorare l’aspetto della nostra pelle.

Può fare la differenza per le pelli spente e impure, ma anche per quelle normali e secche.

Quindi come ci si strucca?

Occorre scegliere i prodotti giusti, ma per tutte le pelli la cosa migliore è sicuramente fare la doppia detersione: usare prima un detergente a base oleosa, come un latte detergente o un olio struccante, e poi fare un secondo passaggio con un detergente che contenga tensioattivi, gli ingredienti che “lavano” veramente via lo sporco.

Perché? Il segreto sta nel fatto che l’olio ovvero scioglie il makeup, i filtri solari, il sebo e la zozzeria varia e permette al detergente schiumogeno di portare via tutto. Quelli bravi dicono che il primo step serve a detergere per affinità, il secondo per contrasto.

Il mio segreto: dopo la doppia detersione

Io alla doppia detersione aggiungo però un terzo step, che per chi ha la pelle acneica, ex acneica o impura è un vero segreto di bellezza: per asciugare il volto, usate una lavetta nuova ogni volta!

Avete presente la bella sensazione di quando siete in hotel e usate un asciugamano al giorno, che vi viene cambiato ogni mattina?

Ecco, quella cosa lì fa benissimo alla pelle, perché evitate di portare di nuovo lo sporco del giorno prima sulla pelle, all’utilizzo successivo dell’asciugamano.

Se ne comprate abbastanza e abbastanza piccole potrete cambiarle ogni volta che è necessario e non avrete necessità di aumentare il numero di lavatrici che farete, perché potrete agevolmente inserirle nei normali lavaggi senza doverne aumentare la frequenza.

Io ho comprato queste su Amazon e mi trovo molto bene.

In conclusione: come ci si strucca influisce sulla salute della pelle?

Assolutamente sì!

Come forse sapete la mia non è una bella pelle, ma da quando uso la doppia detersione e soprattutto da quando ho abbandonato i dischetti struccanti (usa e getta e lavabili) per passare alle lavette, la mia pelle è DECISAMENTE migliorata.

E voi avete dei trucchetti da condividere su come ci si strucca?

Usate la doppia detersione?

Raccontatemi nei commenti, se vi va <3

Per approfondire su come ci si strucca e doppia detersione

Se volete approfondire vi lascio alcuni dei miei post su Instagram in cui non solo parlo di doppia detersione ma vi consiglio alcuni prodotti con cui mi sono trovata più o meno bene!

Vi ricordo che ho già parlato di come si struccare gli occhi qui. Troverete subito qualche differenza, ma i primi punti sono ancora validi 😉

View this post on Instagram

Prodotti @veralab_estetistacinica, la mia recensione onesta 😲😲😲⁣ ⁣ Quando un'influencer dice che una cosa "gliela hanno chiesta in tantissime" è difficile avere una corretta percezione di quante siano ste tantissime. Ma vi assicuro che per un profilo piccolo come il mio avere quasi una decina di persone che chiedono la stessa recensione è una percentuale incredibilmente alta.⁣ ⁣ I prodotti #veralab @estetistacinica sono quelli di cui di più in assoluto mi avete chiesto impressioni, talvolta anticipandomi la vostra opinione, talvolta per il sincero interesse a sapere cosa ne pensassi.⁣ ⁣ Per questo ho comprato diversi mesi fa i tre prodotti più famosi del brand #estetistacinica e li ho provati a lungo, tanto che due finiscono di diritto nella rubrica #prodottofinito.⁣ ⁣ Cosa ho preso?⁣ 🌸 Luce liquida – lozione illuminante purificante all'#acidosalicilico⁣ 🌸 Olio denso – olio gel multifunzione nutriente e detergente⁣ 🌸 Spumone – detergente viso in mousse⁣ ⁣ Devo subito dirvi che questi prodotti, pur non essendo bocciati, non mi hanno rapito il cuore. E che per il mio uso e la mia pelle potrei valutare di riacquistarne solo uno.⁣ ⁣ Vediamo nel dettaglio:⁣ 🌸 la #luceliquida dei tre è l'unico prodotto che ancora non ho finito, perché è troppo aggressiva per la mia pelle e ho dovuto imparare come dosarla per non avere sfoghi. Oggi la uso due volte a settimana e così non mi crea problemi, ma devo dire che non mi dà neanche particolari effetti. Probabilmente il #salicilico non fa per me⁣ 🌸 l'#oliodenso come idratante per la mia pelle mista è un po' troppo, ma è un buono #struccante. Io continuo tuttavia a preferire i burri, che trovo più efficaci e meno fastidiosi, questo #oliogel in particolare a me fa bruciare un pochino gli occhi e stucca con più difficoltà il mascara⁣ 🌸 lo #spumone è sicuramente il mio preferito dei tre, fa una #moussedetergente ferma e densa, che usata come secondo step della #doppiadetersione rimuove efficacemente i residui di trucco senza tirare la pelle. Potrei decisamente ricomprarlo⁣ ⁣ E voi avete mai provato qualcosa di questo brand? So che molte di voi lo amano e altre hanno avuto impressioni opposte alle mie 😉 ditemi nei commenti!

A post shared by Laura – Recensioni e consigli💄 (@appuntidimakeup) on

View this post on Instagram

Vi avevo già avvertito nelle storie che questo prodotto sarebbe stato il protagonista di un post dedicato alla detersione. Il #preferito che aggiungiamo oggi al nostro taccuino di #appuntidimakeup è il detergente struccante viso occhi labbra della linea L'erboristica di @athenasitaly ❤️ . La fase dello struccaggio è sicuramente una delle più importanti di una buona routine viso, soprattutto se come me avete una #pelleacneica o #exacneica: togliere ogni residuo di sporcizia, trucco e smog a fine giornata è uno dei principali segreti per avere una bella pelle. . Questo prodotto è un ottimo struccante, che pulisce delicatamente e a fondo e rimuove anche il trucco più pesante. Ne basta una noce per tutto il viso: io lo massaggio delicatamente coi polpastrelli prima su occhi e labbra e poi sul resto del viso e poi lo lavo via con un detergente schiumoso delicato (trovate una recensione di uno dei miei preferiti in un post #prodottofinito sul profilo, qui –> @appuntidimakeup). . L'ultimo step che rende la detersione ancora più efficace, però, è l'utilizzo di lavette in cotone per asciugare, tamponare la pelle e rimuovere gli ultimi residui di sporcizia anche ai lati del viso a fine detersione. . Per anni ho usato pad struccanti e pannetti per detergere il viso senza sprecare dischetti usa e getta. A lungo andare avevo però riscontrato alcuni problemi. Il primo è che spesso questi pad diventavano in breve tempo troppo duri e quindi esfolianti per la mia pelle delicata e reattiva. Il secondo è che anche lavati a mano ad ogni utilizzo per me rimangono poco igienici, soprattutto per chi soffre di #acne ancora attiva. . Così ho preso su Amazon a meno di 20 euro un set di 24 lavette in cotone che uso a fine struccaggio su volto, collo e décolleté e che lavo in lavatrice ad ogni utilizzo. Il set è talmente ampio in termini di numero e le lavette abbastanza piccole (vedete la dimensione scorrendo le foto) che non devo aumentare il numero di lavatrici che faccio per pulirle, perché posso aggiungerle a qualsiasi carico senza appesantirlo e ne ho sempre di pulite da usare. Detergente e lavette insieme sono la vera svolta per la mia detersione! . E voi come vi struccate?

A post shared by Laura – Recensioni e consigli💄 (@appuntidimakeup) on

Leave a Reply