Casual Friday, Da provare

Henné – tutto quello che non so ma posso spiegarvi

Tra le tante cose di cui nella mia vita non mi sono mai presa cura, di me stessa, ci sono sicuramente anche i capelli. Non gli ho mai prestato grande attenzione, li ho spesso tagliati da sola e a caso, per lunghi anni li ho pettinati il minimo indispensabile e mai sensatamente, spessissimo li ho tenuti legati in improbabili chignon che poco avevano di bun, molto di messy e niente di elegante. So di aver fatto dannare mia madre da sempre, ancora oggi a volte mi guarda e mi dice “ma perché non vai dal parrucchiere”?

Eppure, in realtà, da diversi anni ormai faccio tanti gesti di amore verso di loro.
Uno di questi è l’henné, che ho fatto per la prima volta circa quattro o cinque anni fa e che da tanto non facevo più. Lo scorso week end – anche per colpa dell’armocromia e di Giusy di Rossetto e Merletto che sul suo gruppo ha postato delle splendide foto con i colori adatti ad ogni stagione – ho ripreso le mie polverine e fatto il mio intruglio. Da allora ho scoperto di aver sempre avuto delle convinzioni sbagliate sull’henné (pur essendomi documentata!) e che ho sbagliato un certo numero di cose in questo mio ultimo impacco. Nonostante questo il risultato in termini di colore e di salute del capello è sorprendente. E quindi non era possibile non parlarvene un po’ in dettaglio.

26092016-14462964_10154626982813746_4619919857400462801_n

Continue reading